Obiettivo orientamento: incontri di approfondimento sul mercato del lavoro e professioni emergenti

L’Agenzia Piemonte Lavoro ha realizzato nel mese di febbraio quattro incontri di “Approfondimento sul mercato del lavoro e sulle professioni emergenti di Agenda 2020” in ciascun quadrante piemontese, rivolti agli operatori del progetto Obiettivo Orientamento Piemonte. L’iniziativa nasce nell’ambito dei compiti previsti dall’Atto di Indirizzo "Azioni di orientamento finalizzate al successo formativo e alla promozione dell'occupabilità", seguiti dalla cabina di regia del Sistema Regionale di Orientamento e in coincidenza con l'imminente realizzazione delle nuove attività che coinvolgeranno nella prossima primavera gli Istituti secondari di secondo grado.

Gli appuntamenti si sono stati tenuti a Vercelli presso il CIOFS per il quadrante Nord-Est che comprende Biella, Novara, Vercelli e Verbano-Cusio-Ossola, ad Alessandria all’ENAIP per quello di Asti-Alessandria, a Fossano presso il CNOS per il territorio di Cuneo e a Torino per Città metropolitana al CIOFS. Hanno partecipato 200 orientatori tra operatori dei raggruppamenti territoriali e dei Centri per l’Impiego.

Attraverso slide, dati e video sono state contestualizzate e analizzate le quattro realtà socio-economiche ed evidenziati i tessuti imprenditoriali presenti più sostenibili e innovativi. Particolarmente interessanti gli interventi sull’analisi delle assunzioni di giovani under 29 tra il I semestre 2012 e il I semestre 2016 e quello relativo alle professioni di Agenda 2020 (White Jobs, Green Jobs e Digital Jobs). I materiali utilizzati saranno a breve disponibili su appositi Drop box.

Sono intervenuti per l’Agenzia Piemonte Lavoro Sonia Sabato (Referente Orientamento/Alternanza Scuola Lavoro), Massimo Tamiatti (Studi e Statistiche) e Sarah Zagallo (monitoraggio e analisi dati). Ha chiuso l’iniziativa a Torino il 23 febbraio il Direttore dell’Agenzia Piemonte Lavoro Claudio Spadon che ha ricordato l’importanza di integrare i sistemi della scuola e del lavoro attraverso le Azioni di Orientamento.

Il confronto e il dibattito tra i funzionari APL e gli operatori di orientamento a conclusione degli incontri hanno dimostrato l’utilità sempre più sentita di collegare le attività di orientamento con le ricerche di analisi del mercato del lavoro.