ANDAMENTO DEL MERCATO DEL LAVORO A IVREA E CUORGNE’

Nei primi nove mesi del 2016 gli avviamenti al lavoro sono cresciuti a Ivrea del 6,3%, passando dai 12.298 del 2015 ai 13.067 dell’anno appena concluso. Nello specifico, si registra una performance particolarmente positiva dell’occupazione femminile, in aumento del 4,5% e dei giovani under 25, che nel periodo gennaio-settembre 2016 hanno visto gli avviamenti al lavoro crescere del 33,3%, dalle 2.178 unità del 2015 alle 2.903 del 2016. Considerando le forme contrattuali, a fronte di un calo dei tempi indeterminati (-25%), in parte atteso e ascrivibile al forte incremento di questa tipologia contrattuale nel 2015, a seguito delle agevolazioni fiscali previste dalla Legge di stabilità 2015, si osserva un consistente aumento dell’apprendistato (+33,2%), tornato appetibile e stabilizzato dal punto di vista normativo grazie al nuovo testo unico regionale che disciplina in modo organico la materia. E’ un quadro di luci e ombre quello che si ricava analizzando i dati relativi all’andamento del mercato del lavoro a Ivrea e Cuorgné. In quest’ultimo bacino, infatti, le assunzioni sono diminuite nei primi nove mesi del 2016 del -9,6%  tranne che per i giovani under 25, che hanno conosciuto un incremento degli avviamenti al lavoro pari al 4,6%. Anche in questo caso, analizzando le tipologie contrattuali emerge un aumento del ricorso all’apprendistato (+12,3%), mentre risultano  in calo gli avviamenti a tempo indeterminato (-30%) e determinato (-5%).

I dati sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa organizzata al Centro per l’impiego di Ivrea, alla presenza dell’assessora regionale al Lavoro Gianna Pentenero, del sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali l’on. Luigi Bobba, del direttore dell’Agenzia Piemonte Lavoro Claudio Spadon e del responsabile Cpi di Ivrea e Cuorgnè Armanda Romano.

Scarica il comunicato stampa